Millenarja 2016

La Compagnia Alfieri e Musici L’Araba Fenice di Corinaldo trasforma uno dei borghi più belli d’Italia, inscenando la meraviglia e l’incanto dei tempi, un viaggio nella Corinaldo medievale dove fra le antiche mura si respira ancora la quiete, la spensieratezza e la semplicità della vita.

“Millenarja” nasce dal desiderio di mettere in atto la decennale esperienza del gruppo Araba Fenice nell’ambito delle rievocazioni storiche. Le sue bandiere, accompagnate dal ritmo dei tamburi, hanno volato nei cieli del Portogallo di fronte al Presidente della Repubblica portoghese, in Francia, Spagna, Slovenia, Isole Azzorre e per due volte in Australia, dove il Gruppo si è aggiudicato il 1° premio su ben 147 nazioni partecipanti al “Lions Club International Convention” tenutosi a Sydney.
I successi internazionali sono affiancati alle innumerevoli esibizioni nei Borghi della bella Italia, questo intenso percorso formativo ha fatto nascere nel Gruppo la voglia di celebrare Corinaldo e la sua storia millenaria!
La seconda edizione si terrà il 27 e 28 agosto 2016 nel Centro Storico di Corinaldo, saranno due giorni dove assaggeremo gli ottimi prodotti dell’enogastronomia locale, riscopriremo i giochi di un tempo e vivremo momenti di festa con i mercatini medievali, i giocolieri, i musici, i combattenti e la maestria degli sbandieratori e tamburi dell’Araba Fenice.


Un ricco, anzi ricchissimo programma di divertimenti e attività degne di Corinaldo!

Sabato 27 agosto

16.30 Inizia la manifestazione e apre lo stand gastronomico con gli ottimi prodotti locali e i piatti medievali di cacciagione – Piazza il Terreno

dalle 16.30 GIMAGIOCÀ porterà i giovani di oggi, e non solo, a stretto contatto con l’aria aperta e la semplicità dei giochi dei tempi che furono, tutti rigorosamente in stretto dialetto corinaldese: “Zompa”, “Nté perd”, “Tirel su”, “Chiappace”, “Cerchial”, “Scivola” e altri ancora.

Apertura del laboratorio per bambini ANGOLO DI FENICETTO dove verranno seguiti per sviluppare la loro creatività.

dalle 17.00 L’associazione MERCANTI RAVIGNANI aprirà il Mercato Medievale riproponendo la vita quotidiana dell’epoca e lo studio delle varie arti e mestieri che hanno segnato lo stile della vita dell’uomo medievale. – via Santa Maria Goretti

Gli ARCIERI CASTELLANI allestiranno il campo di tiro con l’arco medievale, dove grandi e piccini potranno cimentarsi in questa disciplina ricca di 4000 anni di storia. – Piazza San Pietro

dalle 17.00 Animeranno le piazze:

I SIEGEL SENONES, gruppo musicale di fama nazionale, con ritmi travolgenti e coinvolgenti, grazie ai loro tamburi, cornamuse e la loro goliardia.

I BUFFONI DI CORTE, dal 1996 vestono i panni di giullari menestrelli, irriverenti e zelanti, allegri e parossistici, adorabili e detestabili, abili e goffi.

Il gruppo di spettacolo FERA SANCTI, che propone al pubblico spettacoli di combattimento di carattere medievale, catapultandolo in una dimensione cinematografica, con combattimenti dinamici e realistici, e curando l’impatto visivo ed emozionale sullo spettatore.

18.30 La SFILATA STORICA lungo le vie del centro di Corinaldo, tutti i gruppi sfileranno in un’allegorico tripudio di colori e suoni, animando il paese con le loro discipline millenarie.

19.15 Esibizione degli Allievi Tamburi e Sbandieratori dell’ARABA FENICE che mostreranno il frutto del loro lavoro e della loro crescita tecnica – Piazza del Cassero

21.00 Spettacolo del gruppo FERA SANCTI, che propone al pubblico spettacoli di combattimento di carattere medievale, catapultandolo in una dimensione cinematografica, con combattimenti dinamici e realistici all’ultimo sangue e curando l’impatto visivo ed emozionale sullo spettatore.

A seguire I BUFFONI DI CORTE con le loro bizzarre rime, dal 1996 vestono i panni di giullari menestrelli, irriverenti e zelanti, allegri e parossistici, adorabili e detestabili, abili e goffi.

23.00 Esibizione del GRUPPO SBANDIERATORI E TAMBURI L’ARABA FENICE. Il gruppo proporrà un’esibizione spettacolare e altamente tecnica, mostrando tutta la maestria della scuola Picena di Alto Maneggio della Bandiera del m.ro di Bandiera, regista e coreografo Giovanni Nardoni. Sarà un crescere continuo, tra bandiere e l’incalzante ritmo dei tamburi, che avrà il suo culmine nella coreografia finale.

23.30 Musica in piazza con i SIEGEL SENONES. Parole d’ordine: divertire e divertirsi! Con loro potrete scatenarvi ballando ritmi tribali e ben marcati sulle pelli di molteplici tamburi, rapiti dalle melodie vibranti e potenti che solo la cornamusa sa regalare.

Domenica 28 agosto

10.00 L’associazione MERCANTI RAVIGNANI aprirà il Mercato Medievale riproponendo la vita quotidiana dell’epoca e lo studio delle varie arti e mestieri che hanno segnato lo stile della vita dell’uomo medievale. – via Santa Maria Goretti

11.00 Sfilata di apertura per le vie del borgo con esibizioni degli Sbandieratori e Tamburi L’ARABA FENICE e i ritmi travolgenti del  gruppo musicale SIEGEL SENONES.

12.30 Apre lo stand gastronomico con gli ottimi prodotti locali e i piatti medievali di cacciagione – Piazza il Terreno

dalle 16.00 Gli ARCIERI CASTELLANI allestiranno il campo di tiro con l’arco medievale, dove grandi e piccini potranno cimentarsi in questa disciplina ricca di 4000 anni di storia. – Piazza San Pietro

dalle 16.00 animeranno le piazze:

SIEGEL SENONES gruppo musicale emergente ma di oramai fama nazionale  con ritmi travolgenti, coinvolgenti grazie ai loro tamburi, le loro cornamuse e la loro goliardia;

BUFFONI DI CORTE con le loro bizzarre rime, dal 1996 vestono i panni di giullari menestrelli, irriverenti e zelanti, allegri e parossistici, adorabili e detestabili, abili e goffi;

il gruppo TAMBURI e SBANDIERATORI di OFFAGNA.

16.30 GIMAGIOCÀ,  che riporterà i giovanissimi d’oggi e non solo a stretto contatto con l’aria aperta e la semplicità dei giochi dei tempi che furono, tutti denominati in stretto dialetto corinaldese: “Zompa”, “Nté perd”, “Tirel su”, “Chiappace”, “Cerchial”, “Scivola” e non solo.

Apertura del laboratorio per bambini ANGOLO DI FENICETTO dove verranno seguiti per sviluppare la loro creatività.

18.30 La SFILATA STORICA lungo le vie del centro di Corinaldo, tutti i gruppi sfileranno in un’allegorico tripudio di colori e suoni, animando il paese con le loro discipline millenarie.

19.00 Esibizione degli Allievi Tamburi e Sbandieratori dell’ARABA FENICE che mostreranno il frutto del loro lavoro e la loro crescita tecnica grazie all’impegno ed alla costanza durante tutto l’anno.

A seguire il gruppo TAMBURI e SBANDIERATORI di OFFAGNA – Piazza del Cassero

21.30 Esibizione dei BUFFONI DI CORTE con le loro bizzarre rime, dal 1996 vestono i panni di giullari menestrelli, irriverenti e zelanti, allegri e parossistici, adorabili e detestabili, abili e goffi.

22.00 La COMPAGNIA SBANDIERATORI E TAMBURI L’ARABA FENICE concluderà i due giorni di manifestazione con i loro spettacolo di punta, unico nel suo genere in ambito nazionale ed internazionale coniato dal M.ro di Bandiera, Coreografo e Regista Giovanni Nardoni:

locandina dello spettacolo BELLA e la BESTIA

“BELLA E LA BESTIA” la fiaba più romantica di sempre! La versione che proponiamo fa riferimento al nucleo narrativo scritto da Charles Perrault nel 1697. Vogliamo riaffermare il suo valore narrativo, il cui obiettivo originario era quello di interpretare le dinamiche sociali della propria epoca.

Il tutto sarà rappresentato con giochi coreografici di bandiere, interventi ritmico coreografici con tamburi, musiche travolgenti, effetti piroteatrali e narrazioni sceniche. Un intenso spettacolo che ha come attore principale LA BANDIERA.


 

Il Buffone di corte nasce nel 1998, con l’intento di far rivivere la magia degli artisti girovaghi che si esibivano tra l’alto medioevo e i primi decenni del XVII secolo. Poeti, trovatori, musici, saltimbanchi, imbonitori, buffoni, cantastorie percorrevano le vie d’Europa prestando i propri servigi in cambio di ospitalità, cibo, favori e denari.

Vuoi per la voglia di viaggiare, vuoi per la passione per la storia medievale, dal 1996 vestiamo i panni di giullare menestrello, irriverente e zelante, allegro e parossistico, adorabile e detestabile, abile e goffo.

La scelta prese vita nell’ambito delle innumerevoli rievocazioni storiche che costellano il nostro territorio e dall’intento di riproporre una sfaccettatura filologica delle forme di teatro e spettacolo di epoca medievale, partendo dalla cura dei costumi e dalla revisione linguistica del volgare italiano del XIII e XIV secolo.

immagini_gruppi-millenarja-02Nato sotto il segno del ” SIEGEL”, la runa celtica rappresentativa di luce prospera e di buon auspicio, questo gruppo di “SENONES” , nomenclatura storica della tribù celtica appartenente alle terre oggi conosciute come “di romagna”, si è consolidato negli anni attraverso un’evoluzione propria e costante.

La musica proposta è il risultato di una scelta molto semplice: DIVERTIRE e DIVERTIRSI!

Con loro potrete scatenarvi ballando ritmi tribali e ben marcati, sulle pelli di molteplici tamburi, rapiti dalle melodie vibranti e potenti che solo la cornamusa sa regalare. Un gruppo semplicemente… “vecchio stile”!

Le grida dei venditori, gli aromi delle spezie, il lavorio attento dei tessitori e delle ricamatrici, il luccichio delle armi, i colori delle stoffe pregiate creano un’atmosfera assai suggestiva specialmente quando calano le prime ombre della sera e i banchi vengono illuminati dalle candele e dalle lanterne.

Nel nostro mercato, grande ed importantissimo é il commercio del sale che, proveniente dalle grandi saline di Cervia, Comacchio e quelle più piccole di Ravenna, veniva mercanteggiato in città in grandissime quantità.

Arceri, un gesto invariato in 4000 anni di storia.

Archi tesi vero i bersagli: in questi momenti l’osservatore vive la realtà delle grandi battaglie. non esiste armatura che sia impenetrabile per un arciere,Tutta la potenza dei cavalieri, seppur animati da forza, coraggio e onore poteva essere fermata da una piccola punta di ferro, spinta da un’asticciola di legno, scoccata da un potente arco da guerra.

immagini_gruppi-millenarja-05Il gruppo di spettacolo Fera Sancti, natio della Repubblica di San Marino, propone al pubblico spettacoli di combattimento di carattere medievale, quale “il Torneo” una esibizione di duelli in cui vengono sfoggiate tecniche schermistiche con diverse armi.

Pur pagando tributo ai grandi maestri schermistici occidentali del passato e seguendo un percorso “filologico” di costumi e armi (l’equipaggiamento è all’incirca riconducibile al XIII secolo), i Fera Sancti si prefiggono l’obiettivo primario di intrattenere e impressionare positivamente il pubblico, nel tentativo di catapultarlo in una dimensione cinematografica, con combattimenti dinamici e realistici, curando l’impatto visivo ed emozionale sullo spettatore.

Il nostro spettacolo 2016 narra la fiaba di Bella e la Bestia.
Questa famosa storia è stata oggetto di modifiche nel tempo a seguito della stesura di molteplici versioni, scritte tra il XVIII e il XIX secolo, ognuna delle quali influenzata dal contesto storico-sociale di riferimento. Possiamo rintracciare le origini di questa fiaba nell’opera “Amore e Psiche” di Apuleio (filosofo romano della scuola Platonica), risalente al I secolo, il cui pretesto era quello di esplorare i territori sconosciuti dell’amore.

La versione che proponiamo fa riferimento al nucleo narrativo scritto da Charles Perrault nel 1697. Vogliamo mettere a fuoco gli elementi più significativi della fiaba, riconoscendo il loro valore narrativo, il cui obiettivo originario era quello di interpretare le dinamiche sociali delle varie epoche.

Tutto questo è raccontato attraverso l’uso espressivo e narrativo della bandiera come linguaggio scenico.
La nostra arte di trasmettere emozioni. info


COME ARRIVARE